Informativa breve sui cookies
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

Un incredibile ortaggio: la carota! - 2° parte

... ideale per la salute!


1

Dalla radice della carota è stata estratta, in quantità piuttosto elevata, una glicoproteina presente nella parete cellulare di alcune piante, nota come estensina. È ricca di aminoacidi come la serina e la prolina, quest’ultima finora ritenuta presente solo nelle proteine animali (collagene). Ciò ha permesso a Lamport e Dougall di ipotizzare un suo ruolo attivo nel bloccare la crescita cellulare e nel rafforzare le fibre cellulosiche delle pareti delle cellule, e a Lang e a Esquerre Tygaye di attribuirle invece un compito di difesa dalle aggressioni esterne (soprattutto dai funghi). Secondo Proserpio e Scarlatini, questo componente della carota potrebbe essere utile, come il collagene, per idratare e rendere più elastica la pelle

In pratica, la carota è la riserva più abbondante e a buon mercato di vitamina A che si possa avere a disposizione ovunque. È indicata, quindi, soprattutto ai giovanissimi e alle donne, come fattore di crescita e sviluppo corporeo, e come preventivo generale.

Mangiando molte carote crude, scelte tra quelle ben colorite, si possono evitare malattie infettive d’ogni genere, specie alle vie respiratorie e agli occhi.

Mangiando carote (o bevendone il succo) si evitano le antiestetiche palpebre ingrossate, la caduta delle ciglia e dei capelli, la secchezza della pelle, la debolezza delle unghie, la crosta lattea dei bambini (Artault de Vevey). Ed è consigliata anche ai diabetici, al contrario di quello che si credeva finora, perché contiene una sostanza simile all'insulina che fa abbassare il tasso glicemico del sangue (Franke).

succo di carota proprieta benefici

Grazie alla carota si vede meglio, specialmente di notte. Ecco perché i guidatori abituali che viaggiano di notte o al crepuscolo la dovrebbero preferire. È quindi indispensabile a chi ha la vista crepuscolare debole e vuole migliorarla.

La carota ha anche una spiccata azione urinaria: aumenta del 10% il volume dell’urina e la quantità di acido urico eliminato (Pantera, Vasiliu e Timosencu). È utile quindi contro reumatismi, gotta, artrite e renella.

La carota cruda - 200 g al mattino - fa abbassare il tasso di colesterolo dell’11%, come si è accertato negli USA. È anche un ottimo cicatrizzante naturale, insieme al cavolo scuro: ragion per cui può essere usata per rimarginare ulcere gastriche. Per di più, i suoi semi aumentano iliatte delle nutrici, sono aperitivi, digestivi, assorbenti dei gas intestinali, vermifughi.

E il rovescio della medaglia? La carota ha degli ormoni sessuali. Si tratta di sostanze naturali ad attività estrogena, in concentrazione tanto più alta quanto più aumenta la concimazione organica (letame) e diminuisce quella chimica. Calcolando l’attività ormonale in dietil-stilbestrolo o DES, le carote in esperimento hanno rivelato da 0,6 a 4 mcg per 100 g di sostanza secca (Ferrando). La natura, però, l’ha dotata anche di antiormoni, in particolare di sostanze antitiroidee o gozzigene in quantità non specificata, come riporta lo stesso ricercatore. L’Hirondelle ha fatto notare il rischio della formazione di nitrosammine cancerogene soprattutto nelle carote bollite e mal conservate dopo la cottura, a causa dei nitrati trasformati in nitriti e degli aminoacidi liberi - come la prolina - presenti in ambiente acido alla temperatura di 35-40°. Questo dovrebbe far scartare senz’altro certi contorni di carote lasciati a temperatura ambiente, in casa o al ristorante. Anche perché non possiamo escludere che quelle carote provengono da un terreno povero di molibdeno e quindi siano particolarmente ricche di nitrosammine. 


Il carotene, se è vero che resiste in parte a una leggera cottura, circostanza molto rara tra gli ortaggi, che in genere perdono quasi tutte le vitamine in seguito al trattamento termico, è però facilmente ossidabile per la lunga esposizione all’aria e per di più si trasforma solo in parte in vitamina A. Basta poco (stress, cattiva salute, farmaci, alcol, cibi antagonisti) per impedire questa trasformazione salutare (vedi in Vitamina A).

frecciadestraLa carota, perciò, va tagliata il meno possibile e semmai solo all’ultimo momento, poco prima di consumarla.

Nei ristoranti e in molte case, invece, le insalate sono di solito preparate diverse ore prima. Quindi non dimentichiamo: una-due o più carote al giorno, come antipasto a tavola oppure da addentare crude tra un’attività e l’altra, ci daranno giovinezza ed efficienza fìsica.

Non esagerare nel consumo: l’eccesso di carote, soprattutto se continuativo (chili al giorno, anche passati alla centrifuga), non è tossico: l’unico rischio è che la pelle diventi di color giallo-arancio (iperca-rotenemia). Per una terapia a base di carote, se non ci si vuole appesantire con un carico eccessivo di cellulosa, si può bere da 50 a 200 g di succo fresco centrifugato di carote, al risveglio e prima di dormire. Una dose media sufficiente è un bicchiere al giorno: tra l’altro è un ottimo espettorante, indicato nelle affezioni polmonari, nell’asma, nell’abbassamento di voce.

carota succo mani

Per i lattanti bisogna diluirlo con acqua. Contro la stipsi e le diarree infantili è efficace la crema di carote bollite e setacciate (Valnet). La carota entra nella composizione del “cocktail Gayelord Hauser”, un centrifugato in parti uguali di carota, sedano verde con foglie e mele rosse biologiche che apporta una quantità di clorofilla, enzimi, vitamine e sali minerali, tale da garantire un piccolo capitale di salute e bellezza (3 bicchieri al giorno).

 

 

freccia 300x189 Mettiti in contatto con Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per saperne di più!


 

Vieni a visitare anche la nostra pagina Facebook e, se vuoi, seguici!

StampaEmail

Scopri il tuo corpo

Scopri il tuo corpo

L'aiuto dei nutraceutici

L'aiuto dei nutraceutici

I pensieri che ci curano

I pensieri che ci curano